Covid Italia, Nicolini (Confetra): "Con 100 mln fiale di vaccini distribuzione dovrà cambiare, noi pronti"

Roma, 2 mar.(Labitalia) Con l'arrivo di nuovi vaccini anti Covid-19 in Italia, nella distribuzione "certamente dovrà cambiare qualcosa.Se i numeri sono quelli annunciati, un conto sono queste 4 milioni di dosi altro le 100 mln di fiale che si aspettano entro fine anno.Quindi nei prossimi 8 mesi".Così intervistato da Adnkronos/Labitalia, Guido Nicolini, presidente di Confetra, la confederazione generale italiana dei trasporti e della logistica, sulle sfida della distribuzione dei vaccini Anti covid-19 quando nei prossimi mesi arriveranno molte più dosi di ora e sul contributo che possono dare le imprese dei trasporti e della logistica italiane. "Bisogna capire -spiega Nicolini- che la logistica è flessibilità, resilienza, capillarità di penetrazione.Ovviamente il tutto in assoluta sicurezza.Il nostro lavoro si fonda sulla capacità di portare a destino qualsiasi bene nel minor tempo possibile e ai costi più bassi possibili.Porti, aeroporti, interporti, magazzini, autotrasporto, corrieri, treni merci, rappresentano il sistema circolatorio del Paese.Ma non è un lavoro che si improvvisa.Certo che siamo pronti a dare una mano.Se e come la struttura commissariale vorrà",sottolinea Nicolini. Finora, infatti, le imprese di logistica e trasporti lamentano

Continua a leggere...

8 marzo: donne ancora penalizzate ma c'è chi si reinventa tra artigianato e innovazione

Roma, 2 mar.(Labitalia) In tutta Europa, nonostante negli ultimi anni sia aumentato il numero di donne lavoratrici, la disparità di genere nel mercato del lavoro è ancora molto elevata, con una percentuale di professionisti maggiore di quella delle lavoratrici.L’Italia è tra i Paesi in una situazione critica con 8 punti percentuali di divario rispetto alla media Ue, attestata all’11,5% (2017).È quanto sottolinea una elaborazione dati realizzata da Inrete per SumUp, fintech leader nel settore dei pagamenti digitali con mobile Pos, in vista della Giornata internazionale dei diritti della donna.Una disparità che - dimostra l’elaborazione - dipende soprattutto dalle responsabilità di assistenza, in particolare la genitorialità, che spesso ricadono unicamente sulle donne.A conferma del dato anche quanto verificatosi nell’ultimo anno:il 55,9% dei posti di lavoro persi per gli effetti della crisi sanitaria da Covid-19 ha coinvolto l’occupazione femminile.In particolare, tra il secondo semestre del 2019 e lo stesso periodo del 2020 sono stati persi 470 mila posti di lavoro al femminile, a fronte del totale di 841 mila con un incremento di 707 mila donne inattive (+8,5%). Rilevante l’impatto - come osserva l’analisi di Inrete e SumUp

Continua a leggere...

Covid Italia, Nuova Erreplast: nostre FFp2 made in Italy con 98% filtraggio ma Pa non le acquista

Roma, 1 mar.(Labitalia) Mentre divampa la polemica sulla qualità e il filtraggio delle mascherine Ffp2 importate dalla Cina, la prevenzione rispetto al contagio da Covid-19 inizia a parlare italiano, con dispositivi di protezione individuali completamente 'made in Italy', anzi 'made in Campania'.La Nuova Erreplast, azienda del Gruppo Raccioppoli, attiva nella zona Industriale di Marcianise, in provincia di Caserta, oggi è infatti in grado di produrre 1.800.000 mascherine al giorno, completamente 'in house', di qualità e con certificazione anch'essa 'made in Italy', rispetto a quelle turche e asiatiche delle mascherine cinesi.Ma il dpi 'made in Campania' è stato poco considerato finora dagli enti pubblici italiani nei loro acquisti, come spiega in una lunga intervista ad Adnkronos/Labitalia Domenico Raccioppoli, ceo di Nuova Erreplast. "Grazie ad un investimento da 5 milioni di euro, totalmente privato e senza un euro pubblico -sottolinea- la scorsa estate siamo partiti con la produzione di mascherine chirurgiche, Iir ed Ffp2 con certificazione italiana Eurofin.La Medmask è la nostra Ffp2, che abbiamo dato in dotazione a Casa Sanremo 2021, è un prodotto interamente made in Italy, realizzato nei nostri stabilimenti di Marcianise ed è una Ffp2 altamente innovativa,

Continua a leggere...

Contratto di sviluppo, l’esperienza di Neuromed

HTTP/1.1 200 OK Content-Type:text/html;charset=UTF-8 Transfer-Encoding:chunked Connection:keep-alive Server:nginx Date:Mon, 01 Mar 2021 17:34:45 GMT ETag:Cobalt-1671999153 Last-Modified:Mon, 01 Mar 2021 16:55:19 UTC Cache-Control:max-age=180 Expires:Mon, 01 Mar 2021 17:37:45 UTC Strict-Transport-Security:max-age=31536000;includeSubdomains;preload X-Content-Type-Options:nosniff X-XSS-Protection:1;mode=block X-Frame-Options:SAMEORIGIN Vary:Accept-Encoding X-Cache:Miss from cloudfront Via:1.1 61fd230060a8ca1a11091c689601a7eb.cloudfront.net (CloudFront) X-Amz-Cf-Pop:MXP64-C3 X-Amz-Cf-Id:kcDfC5kZHMi_q2FbdIvthvpTGiAovCGIse6hlU4E6fwIF2ZGa-ZQOQ==

Cerca nel sito

 

menu
Adnkronos

Continua a leggere...

Governo, Conapo: buon lavoro ai sottosegretari all'Interno

(Adnkronos/Labitalia) “Formuliamo ai tre sottosegretari all’Interno, Nicola Molteni, Ivan Scalfarotto e Carlo Sibilia, i nostri migliori auguri per un proficuo lavoro nel delicato ministero della sicurezza degli italiani.Al confermato ministro Lamorgese e al sottosegretario che riceverà la delega per i vigili del fuoco chiediamo, anche con il governo Draghi, di continuare quella importantissima attenzione politico-istituzionale che nel governo precedente ha consentito di conseguire importantissimi risultati di governo verso i vigili del fuoco e verso il soccorso pubblico agli italiani”.Cosi in una nota Marco Piergallini, segretario generale aggiunto del Conapo, il secondo sindacato per rappresentatività nella categoria dei vigili del fuoco, in riferimento alla cerimonia odierna di giuramento dei sottosegretari. “Per quanto riguarda i risultati del precedente governo - spiegano dal sindacato Conapo - i fatti parlano da soli:il sottosegretario Sibilia ha ricevuto il 17 agosto 2020 la delega per le materie di competenza del Dipartimento dei Vigili del Fuoco ed entro pochi mesi è riuscito a portare a compimento importantissimi risultati per la categoria". "Dalla epocale legge di armonizzazione delle retribuzioni dei vigili del fuoco - elenca - da sempre sottopagati rispetto

Continua a leggere...

Cifa-Confsal, accordo interconfederale per regolamentare smart working

Roma, 1 mar.(Labitalia) Stipulato da Cifa e Confsal l’accordo interconfederale nazionale per la regolamentazione del lavoro agile.Per la prima volta le aziende troveranno nei ccnl di Cifa e Confsal il giusto riferimento per introdurre e gestire lo smart working, oltre lo stato emergenziale.Partendo dai risultati dell’Indagine sullo smart working 2020:capire il presente per progettare il futuro, arricchiti da un’attenta analisi della normativa di riferimento e dalla disamina di best practice, l’accordo si rivolge a tutte le imprese che applicano i ccnl sottoscritti da Cifa e Confsal. Si colma così un vuoto importante.Lo smart working, come l’abbiamo conosciuto in emergenza sanitaria, ha aperto una strada.Resta una prateria di diritti e doveri, di tutele e di prassi da considerare.Si capisce dunque la portata rivoluzionaria di un accordo che disciplina gli aspetti rimasti privi di regolamentazione dalla legge n.81 del 2017 sul lavoro agile:con esso le parti sociali hanno ovviato a questo vuoto tracciando per la loro contrattazione una cornice solida e innovativa in materia.Ulteriore esempio di una bilateralità collaborativa, l’accordo è la sintesi di esigenze non più contrapposte tra imprenditori e lavoratori.Di fatto, si creano

Continua a leggere...

Covid, l'eurodeputata Stefania Zambelli: "Ha accentuato disuguaglianze sociali ed economiche"

Roma, 26 feb.(Labitalia) “La pandemia in corso ha accentuato in tutta Europa le disuguaglianze sociali ed economiche”.Lo dice, in un’intervista all’Adnkronos/Labitalia, l’eurodeputata Stefania Zambelli, membro della commissione per l’Occupazione e gli affari sociali, per le petizioni, commissione speciale sulla lotta contro il cancro e membro della delegazione per le relazioni con la Bosnia-Erzegovina e il Kosovo. “In Italia - spiega - con la scadenza del blocco dei licenziamenti a fine marzo, rischiamo veramente una crisi sociale senza precedenti.Tuttavia, ritengo che le ricette per cercare di uscire da questa situazione debbano essere elaborate a livello nazionale, e non a livello comunitario”. “Le differenze tra Stato e Stato, tra regione e regione - fa notare - sono troppo ampie per soluzioni uniche europee.Dunque, le politiche volte a mitigare gli effetti della povertà lavorativa non risiedono in legislazioni a livello europeo in materia di salario minimo, pensioni e reddito, competenze strettamente nazionali.Dunque, sussidi e nuove regole europee non sono la risposta:bisogna mettere le nostre aziende nella condizione di poter lavorare e creare lavoro”. “Il commissario al Lavoro e occupazione Schmit - continua

Continua a leggere...

Covid Italia, Ravecca (Federfranchising): "Per settore -38 mld di fatturato, agire subito"

Roma, 26 feb.(Labitalia) Nel 2020 le misure di contenimento dell'epidemia di Covid-19 e i conseguenti mutamenti della domanda hanno determinano un calo senza precedenti del fatturato del settore del franchising con variazioni negative che hanno toccato il picco del -64,2% nel secondo semestre e oltre il 50% nel 4° trimestre.La perdita cumulata nel corso del 2020 e ai primi mesi del 2021 ammonta a circa 38 miliardi di euro.E' la stima, ad Adnkronos/Labitalia, stilata dall'organizzazione di categoria Federfranchising Confesercenti, che rappresenta franchisor (affilianti) o franchisee (affiliati) e operatori del mondo del retail. Dati che, per il presidente Federfranchising Confesercenti, Alessandro Ravecca, "sono sconvolgenti, chiediamo al nuovo governo Draghi interventi immediati oppure le prospettive per l'intero 2021 saranno catastrofiche". Secondo Federfranchising, "ci sono aree del Paese, in particolare alcuni grandi centri urbani particolarmente vocati al turismo internazionale dove la perdita di fatturato ha raggiunto anche l’80%". E per Ravecca deve essere modificato il meccanismo dei codici Ateco e dei ristori."Il codice Ateco -sottolinea- è del tutto inadeguato a fornire una fotografia affidabile della realtà delle imprese.Utilizzarlo vuol dire lasciare migliaia di

Continua a leggere...

Pagina 1 di 9

©2021 JobSocial - Tutti i diritti riservati
powered by Officina71