Antonio: progettista con la valigia

interviste buonocore 01Antonio Buonocore, di origini napoletane, lavora da ventotto anni nel settore della progettazione aeronautica.

Dopo aver trascorso i primi dodici anni lavorativi in Alenia-Aermacchi, presso la sede di Napoli, ha preferito intraprendere una carriera da consulente sacrificando la solidità di un posto di lavoro a tempo indeterminato.

Ha collaborato con: Fairchald-Dornier (Munchen), Mcdonnel-Douglas (California US), Boing (Seattle US), Airbus ( Hamburg), Dassault Avion (Parigi) , Airbus (Madrid), Aernnova (Vitoria-Gasteiz Spagna), Embraer (Brasil), AgustaWestland (Italia). Ha vissuto in Europa e nelle Americhe facendo della flessibilità e dell'adattamento il suo stile di vita.

Amante della montagna e della monte-Bike coltiva l’hobby della musica, non a caso si definisce un "grande pianista". Quando è in giro per l'Europa non si separa dal suo amato pianoforte elettrico.

Abbiamo incontrato Antonio proprio all'aeroporto di Napoli mentre era in attesa di un volo che di lì a poco lo avrebbe portato, prima, in Germania e poi in California.

Buongiorno Antonio e grazie per averci concesso questo incontro. Buongiorno!

Da quanti anni sei nel mondo lavorativo? Ventotto, ormai.

In quali ambiti Ti sei mosso? Principalmente settore aeronautico. Nello specifico mi occupo di progettazione CAD/CAM (progettazione effettuata al computer per mezzo di complessi e costosi software).

Quale ruolo ricopri, attualmente? Sono un Senior Aerospace Engineering Designer. In altri termini, la mia esperienza mi consente di progettare, in prima persona, o di guidare un team di professionisti nella progettazione di parti complesse di un aeromobile.

Quando hai dovuto e potuto scegliere, cosa ti ha fatto prediligere un lavoro rispetto all’altro? Ho sempre puntato all'accrescimento professionale. Il mio punto di forza è stato proprio questo: prima accumulare conoscenza e dopo farsela pagare.

La tua delusione più forte, in ambito lavorativo? Devo dire che sono stato fortunato. Raramente ne ho avute. Ciò non significa che non abbia attraversato periodi "turbolenti", per usare la terminologia aeronautica, ma ne sono sempre uscito con forza di volontà e sacrificio.

interviste buonocore 02E la tua soddisfazione più bella? Mentre ero impegnato su un progetto, ricevetti un'offerta lavorativa da un'altro Cliente. Al momento della contrattualizzazione del nuovo impegno, il vecchio Cliente, pur di continuare ad avermi "a bordo" (e qui mi strappa il secondo sorriso) mi riconobbe un lauto bonus. Era la conferma del riconoscimento della mia preparazione.

Perché hai abbandonato la sicurezza di un posto sicuro per rischiare un’avventura da libero professionista? Sentivo il bisogno di migliorare sia sotto il profilo professionale sia sotto quello economico. E poi c'era da esplorare il mondo. Fino ad allora non avevo lasciato la mia città se non per un breve periodo.

Perché hai scelto l’estero? Per migliorare le mie conoscenze. Le migliori aziende aeronautiche, purtroppo, sono oltre-confine.

Come ti sei trovato? Benissimo! Uno dei pregi degli italiani è proprio quello di adattarsi subito.

I lavoratori italiani, con cui hai lavorato all’estero, erano preparati? Si, quasi tutti.

E i lavoratori italiani che hai incontrato sul territorio nazionale? Si, abbastanza.

Ad un neo-diplomato consiglieresti un percorso universitario o una specializzazione tecnica? Prima un percorso universitario e dopo una specializzazione.

Cosa consiglieresti ad un ragazzo neo-laureato? Partire subito per l’ Estero, soprattutto in questo periodo di recessione nazionale. L'estero ti insegna tante cose: nuovi costumi, nuove lingue, il sacrificio, l'apprezzamento delle cose che diamo per scontate in Italia e, soprattutto, ti insegna la professione.

Il tuo ambito lavorativo è di nicchia. La crisi si avverte lo stesso? Il nostro settore è meno soggetto agli andamenti "ondulatori" del mercato del lavoro. I nostri sono, per la maggior parte, progetti internazionali ad ampio respiro e con durata medio-lunga. Non si interrompe la progettazione di un nuovo aeromobile perchè c'è crisi. Magari ne si interrompe la produzione per il calo della domanda.

interviste buonocore 03Sono moltissimi i giovani che non riescono a trovare un lavoro. Secondo te per quale motivo? L'Italia non ha un serio piano industriale da anni e la new-economy, a parte qualche rara eccezione, sta tirando il fiato.

La formazione dei giovani italiani è adeguata alle esigenze del mondo lavorativo? Nel mio settore, devo confermare che i giovani sono sufficientemente preparati. Ma come in ogni tipologia di lavoro, la maggior parte lo fa l'esperienza e la passione.

Tra i vari Paesi in cui hai vissuto, quale si adatta meglio allo stile di vita tipico dell’italiano? Sicuramente la Spagna. Consiglio un'esperienza di vita in questo magnifico Paese. Gente alla mano, cordiale e gentile e orari di lavoro a misura d'uomo. Gli spagnoli sanno come conciliare lavoro e vita privata.

Ritieni che la recente adozione del Job-Act possa facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro? Non penso. Nel breve assisteremo ad una rapida conversione dei contratti a progetto in contratti a tempo indeterminato. Ma sarà un fuoco di paglia. Una volta esauritisi gli incentivi fiscali, che gravano, comunque, sulle spalle degli italiani, probabilmente, assisteremo a un crescente uso di ammortizzatori fiscali e di licenziamenti. La rivoluzione deve essere strutturale e non di forma.

Il tempo a nostra disposizione è terminato. Dagli altoparlanti arriva l'annuncio dell'apertura dell'imbarco per il suo ennesimo volo. Ringraziamo Antonio per il tempo che ci ha concesso. Lo salutiamo e lo osserviamo mentre con il suo trolley e il suo piano elettrico a tracolla si dirige verso il gate.

Cosa aggiungere? Questa è la storia di un italiano che ha scelto, liberamente, di mettersi in gioco. Ha rischiato ed ha vinto. Ha fatto sacrifici, ha percorso migliaia di chilometri ma in fondo ai suoi occhi c'è la serenità di colui che sa di aver scelto per il suo bene.

 

(R. Mormile)

 

 

© 2019 JobSocial. Tutti i diritti riservati.
powered by Officina71
Informativa sui Cookie

Questo sito web fa uso di cookie allo scopo di fornire all'utente una migliore esperienza nella navigazione delle sue pagine.

Il navigatore accetta le modalità con cui JobSocial usa i cookie.

Per saperne di più clicca qui.