Turismo Italia, Prontera (Valtur): "Pronti a aprire nostri villaggi turistici a giugno, vacanze in sicurezza"

Pronti a ripartire.Lo storico marchio del turismo 'made in Italy' Valtur scalda i 'motori' dei propri villaggi turistici sulle coste italiane e si prepara ad accogliere i turisti in piena sicurezza, nonostante l'emergenza Covid-19."Abbiamo un'ottimistica aspettativa di apertura dei nostri villaggi mare in Italia, sia a marchio Valtur che Nicolaus, senza dubbio, già a giugno", racconta in un'intervista ad Adnkronos/Labitalia, Sara Prontera, marketing manager di Valtur, che è stato acquisito dal Gruppo pugliese Nicolaus.Oggi, con i due marchi Valtur e Nicolaus, sono 33 i villaggi turistici tra l'Italia e l'estero, di cui ben 26 nel nostro Paese. Un'offerta che riguarda, spiega Prontera, "le principali destinazioni mare Italia che sono la Toscana, la Campania, la Basilicata, la Calabria, la Puglia e la Sardegna"."Per quanto riguarda l'estero siamo in attesa dell'evoluzione dello scenario.Ci sentiamo un po' più sicuri sulla destinazione italiana", sottolinea. "Contiamo invece in una ripresa delle destinazioni di medio raggio (Tunisia, Turchia, Mar Rosso) per il terzo trimestre e per il lungo raggio pensiamo al quarto trimestre dell'anno", spiega. Per il turismo italiano si inizia quindi a vedere la luce

Continua a leggere...

Covid Italia, Danese (Aefi): "Bene Draghi su riaperture fiere, pronti a farlo in piena sicurezza"

"Giudichiamo molto positivamente le parole del premier Draghi sulla necessità di riaprire le fiere.Noi siamo un motore strategico per le pmi e per l'economia del Paese, come anche per il turismo".Così, con Adnkronos/Labitalia, Maurizio Danese, presidente di Aefi, l'associazione di riferimento delle Fiere italiane, commenta le parole di ieri del premier Draghi sulla necessità di una riapertura dei quartieri fieristici italiani. Per Danese, "quello di Draghi è un messaggio molto positivo"."Noi, dal canto nostro, siamo pronti a ripartire in piena sicurezza, con tutti gli standard previsti", aggiunge ancora Danese che è anche alla guida di Verona Fiere. Ma, al momento, non ci sono certezze sul ritorno delle fiere in presenza."Non sappiamo ancora neanche noi quando potremo riaprire, non abbiamo una data certa.Sappiamo che siamo in fila nel piano di riaperture a cui sta pensando il governo", continua Danese. Ma le riaperture, per tenere in piedi un settore fondamentale per il Paese, non bastano."Chiediamo al governo, insieme a questo messaggio positivo sulle riaperture, di continuare a insistere -sottolinea Danese- con l'Europa per la deroga sul regime de minimis agli aiuti

Continua a leggere...

Dall'abbazia alla tavola degli italiani, birra liquori e profumi con acquisti on line

Dalla birra alla cioccolata un viaggio enogastronomico che, nonostante il Covid, si può ancora fare acquistando on line i prodotti delle abbazie del Belpaese.Non potendo, infatti, visitare i monasteri, i pellegrini-clienti possono comunque scegliere i prodotti sulle vetrine on line, riempire il carrello e ordinare.E' il caso dell'abbazia cistercense di Casamari di Veroli, in provincia di Frosinone, dove i monaci preparano tisane e pozioni a scopo terapeutico.Da sempre essi si sono preoccupati di produrre infusi, unguenti e sciroppi per la cura di disturbi e malattie per loro stessi, per i pellegrini."Nei primi tempi - fanno sapere - l'attività della liquoreria era strettamente legata a quella della farmacia, in quanto anche i prodotti che richiedevano l'uso dell'alcool erano finalizzati alla cura delle malattie.Solo più tardi, si pensò ad apportare qualche ritocco al gusto e al sapore dei preparati, al fine di renderli più gradevoli.Frate Eutimio Zannucoli, operante a Casamari nella seconda metà del secolo XIX, iniziò nei terreni del monastero la coltivazione della canna da zucchero, dalla quale ricavava melassa per la produzione dell'ottimo rhum, ma ciò che ha reso Casamari famosa nel mondo è l'invenzione della celebre tintura imperiale conosciuta anche

Continua a leggere...

Fonarcom-Fond. consulenti lavoro, corso su tecniche orientamento adulti

Inaugurato oggi il primo corso di formazione su Teorie e tecniche per l'orientamento degli adulti organizzato dalla Fondazione consulenti per il lavoro con il finanziamento del fondo interprofessionale Fonarcom.Con l’emergenza pandemica, le politiche attive per il rilancio dell’economia e del lavoro hanno assunto via via maggiore rilevanza. Il consulente del lavoro si è trovato di fronte a molteplici sfide in termini di aggiornamento continuo, cambiamenti nei processi e nei servizi tradizionali e di relazione con i clienti.Si assiste così a una progressiva estensione degli ambiti di intervento del professionista, nel supporto alle aziende e alle persone in cerca di occupazione. Il corso ha l’obiettivo di:fornire ai consulenti del lavoro, compresi quelli che si avvicinano per la prima volta alla professione, tutte le competenze utili a operare con gli strumenti delle politiche attive messe a disposizione dall’Anpal e dalle Regioni;fare un’analisi efficace delle caratteristiche del mercato del lavoro;gestire i fabbisogni formativi degli individui;sostenere l’inclusione attiva e il sistema di promozione delle attività di orientamento.Tutto questo consentirà al consulente di costruire nuove opportunità di crescita della propria attività. Nel corso

Continua a leggere...

Assolegno: 'Caro prezzi legno? Il bosco la soluzione più naturale'

Il legname da opera è aumentato del 60-70% rispetto alle contrattazioni commerciali di settembre 2020 e negli ultimi 70 anni la superficie forestale italiana è triplicata, passando da 5.6 milioni di ettari (1956) a 11.1 (2015), occupando in termini percentuali il 38% della superficie nazionale;ad oggi il settore forestale, in termini di valore aggiunto, porta solo lo 0.08% all’economia nazionale.Dati che Assolegno, associazione nazionale delle industrie di prima lavorazione e costruttori in legno, legge in stretta correlazione, come l’uno conseguenza dell’altro, tanto da ritenere che la soluzione al caro prezzi arrivi proprio dal legno stesso, o meglio da una gestione programmata del nostro patrimonio boschivo. "Affrontare in maniera costruttiva e propositiva il caro prezzi - ha spiegato Angelo Luigi Marchetti, presidente di Assolegno di FederlegnoArredo durante la webconference 'Caro materiali e approvvigionamenti:visione di mercato' che ha visto la partecipazione di moltissimi soggetti tra imprese e professionisti - è il nostro obiettivo.Per mitigare l’instabilità di mercato, la ricetta che può sembrare la più banale e la più a portata di mano, sta proprio nella valorizzazione del bosco nazionale.Non dimentichiamoci che i boschi italiani oltre a rappresentare il serbatoio naturale

Continua a leggere...

Covid Italia, Ravecca (Federfranchising): "Delusi e arrabbiati da dl sostegni, adesso subito piano per riaperture"

"Siamo profondamente delusi e arrabbiati, le imprese hanno bisogno di un urgente e congruo sostegno.Bisogna riaprire subito le attività commerciali e serve un piano per farlo in sicurezza".E' l'allarme che lancia Alessandro Ravecca, presidente di Federfranchising Confesercenti, commentando, con Adnkronos/Labitalia, le misure contenute nel dl sostegni. Le attività commerciali, ribadisce Ravecca, sono stremate."Da dicembre 2020 ad oggi i ristori e sostegni sono stati pochissimi, ci vuole un cambio radicale di passo -sottolinea- e deve andare insieme ai decreti legge.Sono mesi che denunciamo la situazione non poco e meno difficile anche dei centri commerciali, che rispetto ad un negozio che si trova nel centro città in media è stato chiuso circa quaranta giorni in più.Questo non va bene e non capiamo ancora oggi quali sono le motivazioni", sottolinea il presidente dell'associazione che rappresenta franchisor, franchisee e operatori nel mondo del retail. E Ravecca sottolinea che per comprendere l’amarezza delle imprese occorre tradurre il decreto in cifre concrete."Chi ha fatturato 100.000 euro nel 2019 e 50.000 euro nel 2020, dimezzando i propri ricavi -spiega Ravecca- riceve 2.500 euro.Chi ha fatturato 500.000 euro nel 2019

Continua a leggere...

Covid Italia, Consulenti lavoro: "Per sanitari obbligo vaccino senza sanzioni, impossibile licenziare"

Un 'obbligo' senza sanzioni per chi non vi adempie, squilibrato nelle responsabilità assegnate al datore di lavoro.Si potrebbe definire così, secondo la Fondazione studi consulenti del lavoro, l'articolo 4 del decreto legge n.44/2021 che, con una "norma timida", secondo i professionisti, ha introdotto l'obbligo vaccinale del personale sanitario per prevenire contagi da Covid-19. Nell’approfondimento di oggi 8 aprile, Fondazione studi analizza nel dettaglio le disposizioni contenute nel provvedimento:dall'iter per l'accertamento dell'obbligo vaccinale al diritto all'esenzione, fino alla distribuzione di oneri e responsabilità, con un focus sul ruolo del datore di lavoro cui spetta, in ogni caso, la salvaguardia dell’ambiente di lavoro, la protezione dei pazienti e l’operatività dei servizi sanitari. Appare confermata, secondo i consulenti del lavoro, l’impossibilità, nonostante l’obbligo vaccinale, di procedere con il licenziamento di chi non possa o non voglia sottoporsi al vaccino.Il decreto impone l’obbligo, ma poi prescrive puntualmente i provvedimenti alternativi che il datore di lavoro deve adottare nel caso in cui il lavoratore non possa o non voglia vaccinarsi:esclusa, quindi, qualsiasi automaticità tra mancata vaccinazione e licenziamento. Certo, continuano i consulenti del lavoro, non possono

Continua a leggere...

Samso SPA nomina Sergio Ferraris nuovo direttore generale

Per rispondere alle sfide derivanti dalla forte crescita del mercato italiano dell’efficienza energetica, e alla luce del grande sviluppo che sta vivendo la società, Samso SPA, Energy Service Company attiva nel mondo industriale, nella Pubblica Amministrazione e nel settore residenziale legato all’Ecobonus, ha nominato Sergio Ferraris, Direttore Generale, Pianificazione, Finanza e Controllo. Ferraris, milanese, classe 1965, ha più di venticinque anni di esperienza nel settore dell’Energia, maturata inizialmente in Abn Amro Bank, ove ha contribuito alla strutturazione delle prime operazioni di Project Financing in Italia e successivamente in Sorgenia, a partire dalla sua fase di start-up, divenendo Direttore Finanza e M&A. Stefano Meloni, Presidente di Samso commenta - “Siamo particolarmente lieti che il Dott.Ferraris abbia accettato questa importante posizione in Samso per affrontare al meglio la realizzazione dell’ambizioso piano industriale che ci vede interessati già dal 2021, con un forecast di valore produzione superiore a 30 milioni di euro”. Sergio Ferraris aggiunge:“Sono convinto delle straordinarie opportunità che il settore dell’efficienza energetica offre, e continuerà ad offrire nei prossimi anni, e ho trovato in Samso le caratteristiche ideali

Continua a leggere...

Pagina 1 di 10

©2021 JobSocial - Tutti i diritti riservati
powered by Officina71