Factorympresa Turismo, al via call per 'Food&Wine Tourism' Pubblicato il:20/06/2018 15:34 'Food&Wine Tourism' è il tema della nuova sfida di FactorYmpresa Turismo, il programma promosso dal ministero dei Beni Culturali e del Turismo e gestito da Invitalia che offre servizi di tutoraggio e contributi economici alle imprese e agli aspiranti imprenditori della filiera turistica, con l’obiettivo di far crescere qualitativamente l'offerta e rendere l'Italia più competitiva sui mercati internazionali. C’è tempo fino alle ore 12 del 10 settembre 2018 per rispondere alla call e presentare il proprio progetto di business sul turismo enogastronomico.Il Mibact ha dichiarato il 2018 'Anno del cibo italiano'.Questo contesto rende, quindi, la sfida un’opportunità per chi vuole misurarsi con un tema di grande attualità in chiave di valorizzazione turistica. Esperienza turistica, Marketing &Export e territorio, i temi sui quali viene chiesto agli startupper di lavorare per elaborare proposte in grado di creare valore per:innovare e ampliare e il portafoglio di prodotti turistici delle destinazioni italiane, offrendo esperienze turistiche enogastronomiche competitive e di qualità;attivare azioni di ingaggio della domanda e di marketing in modo

Continua a leggere...

Natuzzi, esuberi scongiurati Pubblicato il:20/06/2018 12:29 Si sblocca la vertenza Natuzzi[1].E' questo il risultato della cabina di regia, riunitasi ieri al Mise, che ha visto la presentazione da parte dell’azienda di un piano industriale ad esuberi zero.Soddisfatti i sindacati che rivendicano "il grande passo in avanti" e il raggiungimento "di un primo obiettivo per i lavoratori. L’azienda infatti, si legge in una nota unitaria di Feneal Filca Fillea e Filcams Fisascat Uiltucs, ha presentato una proposta "che risponde positivamente alle richieste dei sindacati di completare gli investimenti per rendere competitivi gli stabilimenti italiani ed evitare licenziamenti, reinternalizzando e diversificando le produzioni di tutta la filiera con la creazione di una nuova fabbrica del legno e della gomma". La rimodulazione del piano dell’azienda prevede infatti l'occupazione a tempo pieno per 1050 lavoratori negli stabilimenti attivi del gruppo, mentre per 600 si avvia un percorso di riqualificazione finalizzato all’inserimento nel nuovo stabilimento, da realizzare in 24 mesi, in cui si produrranno fusti semilavorati e gomma.Per i sindacati, prosegue la

Continua a leggere...

Del Conte (Anpal): Da agenzie del lavoro proposte interessanti Maurizio Del Conte, presidente Anpal Pubblicato il:19/06/2018 16:40 "Sono proposte sicuramente interessanti.Io credo che il ruolo delle agenzie per il lavoro sia un ruolo ormai consolidato, visto che sono più di 20 anni che svolgono questa attività in Italia, avendo contribuito significativamente a crescita e sviluppo del mercato del lavoro".Lo ha detto il presidente dell'Anpal, Maurizio Del Conte, intervenuto oggi all'assemblea pubblica di Assolavoro. "I dati degli ultimi mesi dimostrano come ci sia bisogno del ruolo e dell'attività delle agenzie.Naturalmente, in complementarietà con il pubblico, con i centri dell'impiego.Io credo che pubblico e privato debbano concorrere e in questo equilibrio si potrà dare uno slancio fondamentale ai servizi per l'impiego nel nostro Paese", ha spiegato. Sulle parole del ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, sugli abusi nelle agenzie per il lavoro, Del Conte ha sottolineato:"Io credo che si debba vigilare affinché non ci siano abusi attraverso tutti gli strumenti ispettivi a disposizione e credo che sia nell'interesse

Continua a leggere...

Assolavoro, 5 sfide strategiche Pubblicato il:19/06/2018 12:35 Cinque sfide strategiche in un mondo del lavoro che cambia.Sono quelle contenute nel position paper presentato oggi a Roma dalle agenzie per il lavoro attraverso la loro associazione nazionale di categoria, Assolavoro.Innanzitutto, per le agenzie, è necessario "garantire un lavoro dignitoso, contrastare il lavoro nero, sottopagato, senza tutele". Al riguardo, per Assolavoro, i punti chiave sono "la garanzia di una giusta retribuzione, primo presupposto per un lavoro dignitoso"."Tra le forme di lavoro flessibile - spiega - solo il lavoro a termine alle dirette dipendenze dell’azienda e il lavoro in somministrazione garantiscono, per legge, la retribuzione prevista dal Ccnl di settore;la garanzia di un lavoro dignitoso anche sotto il profilo delle modalità di impiego, delle tutele e del welfare".Ebitemp, ente bilaterale completamente autofinanziato, eroga prestazioni di welfare gratuito - ricorda - in tre aree specifiche:"Sostegno, tutela e agevolazioni.Nel 2017 ha erogato oltre 10 milioni di euro di prestazioni". Per le agenzie per il lavoro, è centrale "la lotta senza

Continua a leggere...

Nel 2017 boom di occupati tramite agenzia Pubblicato il:19/06/2018 11:54 Nel 2017 il numero medio mensile di lavoratori impiegati tramite le agenzie per il lavoro è̀ pari a 439.373, in aumento del 24,6% sull’anno prima.I lavoratori in somministrazione assunti a tempo indeterminato dalle agenzie per il lavoro sono 36.300.Sono alcuni dei dati diffusi oggi da Assolavoro, in occasione dell'assemblea pubblica dell'associazione. Attraverso le attività di ricerca e selezione del personale delle agenzie per il lavoro, nel 2017, spiega Assolavoro, 52mila persone, inoltre, sono state scelte per essere assunte direttamente dalle aziende committenti, con profili medio-alti e contratti stabili.Le persone che, nel corso del 2017, hanno avuto accesso attraverso le agenzie per il lavoro ad almeno un contratto di lavoro dipendente, con la retribuzione prevista dal contratto collettivo nazionale di lavoro e tutte le tutele garantite dalla legge, risultano 702mila.Erano 624.559 nel 2016. Mediamente, il 33% dei lavoratori era disoccupato prima di trovare lavoro tramite agenzia (secondo le rilevazioni internazionali della World Employment Confederation di cui Assolavoro è l’espressione italiana).Più della

Continua a leggere...

Glovo: Nessun diktat, vogliamo restare in Italia Pubblicato il:18/06/2018 18:22 "Faremo di tutto per rimanere in Italia, abbiamo investito tanto e vogliamo far sì che il settore possa crescere, senza incertezze nel quadro regolatorio".Al termine dell'incontro al Mise con il ministro Luigi Di Maio, Matteo Pichi, ex fondatore di Foodinho e oggi Country Manager per l'Italia di Glovo, una delle principali app del delivery, è fiducioso e rasserenato."L'incontro - racconta all'Adnkronos - è andato bene, ci hanno ascoltato con attenzione.Lo stesso Di Maio ci ha detto che vuole che questo business cresca e resti in Italia ma con regole chiare.L'importante era fare chiarezza su quello che facciamo". E dissipare qualche pregiudizio sui riders.A partire, ad esempio, dal tema flessibilità:"Nel nostro caso, la maggior parte delle volte, sono loro che ci chiedono flessibilità.Il 50 per cento dei nostri riders offre disponibilità per meno di dodici ore a settimane e abbiamo un turn over molto alto:più del 20% dei riders dopo una settimana di consegne abbandona".Di contro, "diamo consegne e lavoro a 2-3mila

Continua a leggere...

Pagina 1 di 9

© 2018 JobSocial. Tutti i diritti riservati.
powered by Officina71
Informativa sui Cookie

Questo sito web fa uso di cookie allo scopo di fornire all'utente una migliore esperienza nella navigazione delle sue pagine.

Il navigatore accetta le modalità con cui JobSocial usa i cookie.

Per saperne di più clicca qui.