Covid, Grillo (Cia Calabria): Zona rossa devastante per agricoltura
Mario Grillo, vice presidente Cia Calabria "La zona rossa in Calabria come in qualsiasi altra Regione penalizza le attività economiche in maniera devastante.La chiusura degli agriturismi penalizza tutto ciò che ruota intorno alle aziende agricole, perché molto spesso laddove c'è un agriturismo c'è un'azienda agricola che produce e quindi non venderà i suoi prodotti al dettaglio, dove c'è un margine più alto che consente alla stessa di avere un reddito più adeguato in un momento in cui l’agricoltura soffre proprio di mancanza di margini sui prodotti venduti".Così, con Adnkronos/Labitalia, Mario Grillo, vicepresidente di Cia Calabria e titolare con i familiari dell'agriturismo ed azienda agricola 'Fattoria Biò' tra i boschi e i laghi dell'altopiano silano, spiega gli effetti sull'agricoltura calabrese della decisione del governo nazionale di inserire la Calabria nelle zone rosse per il contrasto alla pandemia da coronavirus. Una decisione che non va proprio giù alle strutture agricole e agrituristiche calabresi."Quello che chiediamo -spiega Grillo- è un approccio più scientifico per combattere il Covid seguendo regole più severe ma lasciando le attività economiche libere di lavorare,

Continua a leggere...

Forum Pa Restart Italia, Covid ha sbloccato risorse, ora trasformazione digitale del paese
"L’emergenza Covid19 è stato uno choc sanitario ed economico straordinario, che ha obbligato Pa, imprese e cittadini ad accelerare sulla trasformazione digitale, con cambiamenti straordinari nell’organizzazione del lavoro e nell’accesso a prodotti e servizi pubblici e privati, che normalmente avrebbero richiesto molti anni per verificarsi.Questo cambiamento culturale e le risorse finanziarie che arriveranno grazie al recovery fund e al programma Next generation Eu sono l’eredità politica positiva della pandemia:ora ci sono le condizioni per la trasformazione digitale del Paese ed è compito del governo, delle imprese e degli esperti di innovazione fare tutto il possibile per non dilapidare questo slancio verso la digitalizzazione". Lo ha detto Andrea Rangone, presidente del Gruppo Digital360, durante il convegno 'La trasformazione digitale come architrave della strategia per la ripresa' dell’ultima giornata di Forum Pa restart Italia, la manifestazione digitale sul tema della ripartenza del paese dopo l’emergenza, promossa da Fpa, società del Gruppo Digital360. "La trasformazione digitale - spiega - è strettamente collegata al pil pro capite ed è l’unica strada per risollevare la produttività del nostro sistema-paese, stagnante da molti anni, e

Continua a leggere...

L'intervento di Patrizio Bianchi, docente di Economia applicata all'università di Ferrara, all'evento Philip Morris Italia

L'esperto: Integrazione filiere è strategia politica industriale
"Parlare di integrazione delle filiere vuole dire parlare di una strategia di politica industriale.Bisogna ritrovare il senso che per rilanciare l'Italia e l'Europa bisogna tornare a parlare di manifattura e di industria, parlare di capacità di organizzare un pensiero che permetta di rilanciare tutta l'Europa e che permetta di avere una nuova generazione di sviluppo, prodotti e processi, ma soprattutto una nuova generazione di mentalità".A dirlo Patrizio Bianchi docente di Economia applicata all'università di Ferrara, intervenendo all'incontro 'Le filiere integrate per il rilancio del Paese', organizzato in collaborazione con The European House - Ambrosetti, il piano di Philip Morris Italia per l'apertura in Italia del nuovo Digital information service center (Disc), nella città di Taranto. "Quando parliamo di filiera produttiva - spiega - intendiamo la sequenza delle lavorazioni, cioè cosa viene fatto prima e cosa dopo e, quindi, la necessità di disegnare tutto un percorso in cui i prodotti vengono trasformati;in cui la foglia di

Continua a leggere...

Marchesini (Confindustria): 'Sviluppo e globalizzazione futuro imprenditoriale paese'
"Sono tre i temi che concorrono a delineare il futuro imprenditoriale del Paese:il ruolo che riveste da un punto di vista industriale in futuro, il nuovo modello di globalizzazione e gli sviluppi tecnologici".A dirlo Maurizio Marchesini, vice presidente Confindustria per le filiere e le medie imprese, intervenendo all'incontro 'Le filiere integrate per il rilancio del Paese', organizzato in collaborazione con The European House - Ambrosetti, il piano di Philip Morris Italia per l'apertura in Italia del nuovo Digital information service center (Disc), nella città di Taranto. "Noi - spiega - siamo quelli che devono fare le cose difficili, belle, complesse, di qualità, personalità che gli altri o non sanno fare, non vogliono fare o non possono fare.Credo che questo sia il nostro destino industriale e in questo le filiere sono importantissime, perché sono la resilienza, la flessibilità, la possibilità di fare prodotti personalizzati.Sono lo sviluppo di quell'anima artigianale che l'Italia ha sempre avuto". "Pensiamo - sostiene - che la nuova globalizzazione sarà una globalizzazione per grandi piattaforme, per mercati interni, ritenendo

Continua a leggere...

Sindaco Taranto: 'Con investimento Philip Morris lavoro e potenziamento digitale'
"Per noi un insediamento come quello di Philip Morris ha un grande valore perchè permette un potenziamento in settori come il digitale, favorendo una diversificazione dell’economia di Taranto che possa attrarre anche i giovani qualificati e dare opportunità di lavoro".Così il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, intervenendo al workshop digitale 'Le filiere integrate per il rilancio del Paese', ha commentato il piano di Philip Morris Italia per l’apertura in Italia del nuovo Digital information service center (Disc), nella città di Taranto. Il Philip Morris Disc, avanzato centro di assistenza rivolto ai consumatori italiani dei prodotti senza combustione, sarà gestito da un’azienda leader nel ramo dei servizi digitali al consumatore e impiegherà fino a 400 persone a regime nel 2021. "Taranto -ha continuato Melucci- credo che rappresenti un paradigma per il Sistema Paese.Questo perché, se in passato in quest'area si erano concentrati tutti gli errori possibili che il capitalismo poteva produrre sia in termini ambientali che di decadimento del tessuto della comunità, Taranto ora si sta proponendo come un laboratorio di questo nuovo green deal

Continua a leggere...

Sistema Impresa, ricompensare pmi costrette a chiudere
Berlino Tazza, presidente Sistema Impresa "L’incapacità del governo di concertare un intervento coordinato con Regioni ed enti locali con lo scopo di fermare il virus richiede di mettere immediatamente a disposizione delle attività costrette alla chiusura nella zona rossa e arancione eque ricompense a titolo di compensazione".Così Berlino Tazza, presidente della confederazione nazionale Sistema Impresa, commenta il dpcm del governo che stabilisce le fasce di rischio per le Regioni."Una decisione che già ha visto i sindaci dei territori, soprattutto della Lombardia, schierarsi in un fronte comune per contrastarla" e che, spiega il presidente nazionale di Sistema Impresa, "ha il grande demerito di non tenere conto delle situazioni epidemiologiche differenti da zona a zona". "In questo modo - commenta Berlino Tazza, presidente di Sistema Impresa che riunisce prevalentemente Pmi del settore terziario - si crea un danno elevatissimo che rischia di compromettere ogni possibilità di ripartenza contraendo drasticamente i redditi delle famiglie, i consumi, l’attività delle imprese e i posti di lavoro". "È evidente che le soluzioni messe in atto dal governo fino ad

Continua a leggere...

Sciopero metalmeccanici, Cazzola: In questa situazione decisione priva di senso
Giuliano Cazzola (Foto Adnkronos/Labitalia) "Al di là di ogni valutazione di merito, uno sciopero in una situazione sanitaria ed economica come l'attuale è una decisione priva di senso e di motivazione".Lo dichiara ad Adnkronos/Labitalia il giuslavorista e docente universitario Giuliano Cazzola, che si dice "d'accordo con l'editoriale di Dario Di Vico sul Corriere della Sera di alcuni giorni fa". Cazzola critica proprio i contenuti della rivendicazione sindacale."Occorre riconoscere -avverte- che, in questa occasione, i metalmeccanici hanno presentato una piattaforma rivendicativa in un contesto che appartiene a un mondo che non esiste più:una piattaforma con pesanti rivendicazioni salariali a livello nazionale e quindi con una impostazione contraria a quella prevista dal cosiddetto Patto della fabbrica e soprattutto da quella molto innovativa del precedente rinnovo contrattuale". "In un momento come questo - ove possibile - si dovrebbe praticare la contrattazione di prossimità per accompagnare la ripresa dell'attività produttiva.Poi verrebbe da chiedere al gruppo dirigente:pensate che con questi chiari di luna ci sia qualcuno che faccia caso al vostro

Continua a leggere...

Sciopero metalmeccanici, Pessi (Luiss): Comprensibile, loro ccnl passaggio chiave per tutti
Roberto Pessi, Pro Rettore alla Didattica Luiss (foto Adnkronos/Labitalia) "Il momento è sì difficile, ma lo sciopero dei metalmeccanici è un'azione comprensibile nell'ambito delle relazioni industriali, perché è il rinnovo di un contratto collettivo nazionale di lavoro, quello dei metalmeccanici appunto, che è un passaggio chiave per capire quanto davvero può essere recuperato in termini di potere d'acquisto dei salari".Lo dice ad Adnkronos/Labitalia Roberto Pessi, giuslavorista e pro-rettore alla Didattica della Luiss. Pessi spiega:"Il contratto delle tute blu è diventato il riferimento ideologico di 2 posizioni diverse ed è l'azione delle tre confederazioni per scuotere il tavolo della trattativa". "Da una parte infatti -osserva Pessi- c'è la posizione chiara di Confindustria e del suo presidente Bonomi, che viene da Assolombarda, strettamente legata a Federmeccanica, che dice:a inflazione zero e con l'economia che è quello che è, si può dare un aumento di 40 euro al mese.Il che non è un recupero del potere d'acquisto, ma solo un mantenimento di quello che già c'è".

Continua a leggere...

© 2019 JobSocial. Tutti i diritti riservati.
powered by Officina71