Con Mozzarella di bufala e Pasta di Gragnano parte Grand tour d’Italia
Mozzarella di Bufala Campana Dop e Pasta di Gragnano Igp sono le protagoniste del 'Grand Tour d’Italia', un viaggio lungo la penisola, tra cultura ed enogastronomia, per capire come vengono utilizzate dagli chef queste due eccellenze simbolo del made in Italy a tavola.È la nuova web-serie a puntate, frutto dell’accordo di collaborazione siglato tra i Consorzi di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop e della Pasta di Gragnano Igp.Un videoracconto con gli chef di nove regioni italiane, attraversando l’Italia da Nord a Sud alla scoperta di luoghi, cucine e abbinamenti originali. Il risultato è un tour della bellezza, in cui i due tesori del Sud si contaminano con le tradizioni dei vari territori italiani, ammodernando piatti e ricette, grazie all’utilizzo della Bufala Dop e della Pasta di Gragnano Igp.Un’occasione, inoltre, per ammirare paesaggi e luoghi di fascino dal punto di vista storico-artistico, ma anche turistico e paesaggistico.Le due eccellenze sono state cucinate a oltre 2mila metri di altitudine, al rifugio Boch sulle Dolomiti del Brenta, poi sono diventate un gelato a Firenze e tutto si concluderà con l’interpretazione del maestro Alfonso Iaccarino.

Continua a leggere...

Turismo, per la ripresa in campo startup BizAway
Nell’anno nero per il turismo mondiale dà continui segnali di ripresa BizAway, la piattaforma che consente di pianificare tutti gli aspetti di un viaggio d'affari, inclusi quelli amministrativi, dando accesso, tra gli altri, a voli, treni, auto a noleggio e a 1,2 milioni di hotel in tutto il mondo.È, infatti, appena stata effettuata una nuova iniezione di capitale da 2 milioni di euro per mano del fondo spagnolo MundiVentures:si tratta della seconda del 2020, che fa seguito a quella da 2,5 milioni di euro da parte degli stessi investitori a febbraio (portando il totale del raccolto di quest’anno a 4,5 milioni di euro), e della terza a seguito del finanziamento di 1 milione di euro ricevuto dopo la nascita e le prime fasi della startup.Il round servirà innanzitutto alla creazione di un una nuova sede nella città universitaria di Vigo in Galizia e all'assunzione di personale, per lo più sviluppatori, per continuare a implementare nuove funzionalità nella piattaforma.Tra Italia e Spagna, il team di BizAway, che per il 60% lavora nelle sedi di Spilimbergo (PN) e Milano, da inizio anno a oggi è passato da 35 a

Continua a leggere...

Covid Italia: Anicav, anche con lockdown pelati e sughi non mancheranno in supermercati
"Come ha dichiarato anche la ministra Bellanova, non c’è alcuna necessità di 'prendere d’assalto' i supermercati.Le nostre aziende sono assolutamente in grado di garantire, come nei mesi passati, i rifornimenti degli scaffali in tempi rapidi senza alcun rischio per il consumatore di trovarsi a corto di derivati del pomodoro".Così Giovanni De Angelis, direttore generale di Anicav, l'associazione nazionale industriali conserve alimentari vegetali, intervistato da Adnkronos/Labitalia, rassicura sui rifornimenti di prodotti derivati da pomodoro nei supermercati nel caso di lockdown mirati per fronteggiare l'emergenza coronavirus. Un settore, quello dei derivati del pomodoro, centrale nell'agroalimentare italiano.E con numeri importanti."L’industria italiana del pomodoro, specializzata nella produzione di derivati destinati al consumatore finale, è uno dei punti di forza -spiega De Angelis- dell’agroalimentare italiano con un fatturato di 3,5 miliardi di euro (oltre il 75% prodotto dalle aziende associate all’Anicav), di cui oltre 1,8 miliardi derivanti dall’export, cui bisogna aggiungere un fatturato quasi pari derivante dall’indotto.Il settore conserviero impiega circa 10.000 lavoratori fissi e 25.000 lavoratori stagionali, oltre alla manodopera impiegata nell’indotto". E Anicav, con oltre 100 aziende associate, aderisce a Confindustria,

Continua a leggere...

Nel lockdown 6,58 mln smart worker d'emergenza
Durante la fase più acuta dell’emergenza lo smart working ha coinvolto il 97% delle grandi imprese, il 94% delle pubbliche amministrazioni italiane e il 58% delle pmi, per un totale di 6,58 milioni di lavoratori agili, circa un terzo dei lavoratori dipendenti italiani, oltre dieci volte più dei 570mila censiti nel 2019.Il maggior numero di smart worker lavora nelle grandi imprese, 2,11 milioni, 1,13 milioni nelle pmi, 1,5 milioni nelle microimprese sotto i dieci addetti e infine 1,85 milioni di lavoratori agili nelle Pa. Sono alcuni dei risultati della ricerca dell'Osservatorio smart working della school of management del Politecnico di Milano, presentata oggi durante il convegno online 'Smart working il futuro del lavoro oltre l’emergenza'. A settembre 2020, tra rientri consigliati e obbligatori, difficoltà e incertezze nell’apertura delle sedi di lavoro, gli smart worker (che hanno lavorato anche da remoto) sono scesi a 5,06 milioni, suddivisi in 1,67 milioni nelle grandi imprese, 890 mila nelle pmi, 1,18 milioni nelle microimprese, 1,32 milioni nella Pa:in media i lavoratori nelle grandi aziende private hanno lavorato da remoto per la metà del

Continua a leggere...

Covid, 13esima a novembre: l'iniziativa di un'azienda italiana
Immagine di repertorio (Fotogramma) In Zeta Service, che conta 8 sedi sul territorio nazionale e circa 300 collaboratori, quest’anno la tredicesima mensilità arriverà a novembre.Una scelta fatta dalla ceo & founder Silvia Bolzoni per sostenere i suoi collaboratori in questo momento difficile.Molte persone, infatti, si trovano oggi in difficoltà economiche, con difficoltà a far quadrare i conti della famiglia, perché il partner, i genitori o i figli, hanno perso il lavoro, si trovano in cassa integrazione o hanno avuto un sensibile calo di fatturato. L’azienda, specializzata in paghe e amministrazione del personale in outsourcing, aveva già scelto di anticipare la quattordicesima mensilità, in quel caso erogata mesi prima, ad aprile, sempre per lo stesso motivo."Stiamo vivendo un momento molto difficile.La pandemia e la crisi economica collegata hanno colpito tutti, nessuno escluso, ma ci sono dei settori più colpiti di altri e ce ne rendiamo conto direttamente confrontandoci con i nostri clienti", commenta Silvia Bolzoni, ceo & founder di Zeta Service. "Noi siamo fortunati, facciamo un’attività

Continua a leggere...

Russo (Acquirente Unico): Smart working oltre la pandemia
Laura Russo, responsabile Risorse Umane Acquirente Unico Smart working oltre la pandemia, nell'accezione più vera che è quella caratterizzata dalla "fluidità di gestire il lavoro nel tempo e nel luogo, e in cui la mia prestazione non è misurata in base a quante ore sto in ufficio, ma in base al risultato".Laura Russo, responsabile Risorse Umane di Acquirente Unico Spa[1] (AU), società pubblica (è interamente partecipata dal Mef attraverso il Gestore dei Servizi Energetici-Gse), parla con Adnkronos/Labitalia di come si è modificata in questi mesi l'organizzazione del lavoro nell'azienda. AU, nata per approvvigionare l'energia elettrica per i clienti domestici e le pmi che non sono passate al libero mercato, nel tempo ha ampliato molto la sua mission, attraverso l'avvio dello Sportello per il Consumatore Energia e Ambiente, del Sistema Informativo Integrato e l’Organismo Nazionale di Stoccaggio delle scorte strategiche di prodotti petroliferi.AU, inoltre, gestisce il Portale Consumi e il Portale Offerte, nati non con fini commerciali, ma al servizio del consumatore per informarlo su quanto e come consuma e per aiutarlo a scegliere l’offerta

Continua a leggere...

Coderblock lancia eventi virtuali in 3D per nuove sfide in tempi di Covid
Coderblock, startup nata a Palermo che ha rivoluzionato il modo di lavorare a distanza, è stata la prima a lanciare sul mercato in pieno lockdown un modello di smart working del tutto innovativo e basato su uffici virtuali in 3D.Non solo, ha seguito l’evoluzione del mercato e dalla sua idea sono nati anche eventi virtuali, comprendendo fiere, Expo e, da adesso, anche concerti, conferenze e formazione. “Per affrontare un periodo come quello in corso occorre abbracciare il cambiamento e scommettere su tecnologie mai sperimentate prima.Abbiamo adattato una soluzione, inizialmente ideata per lo smart working, a sostegno di quelle realtà che con noi hanno potuto creare esperienze virtuali personalizzate e identificare in modo semplice nuove linee di ricavo solide", afferma Danilo Costa, Ceo & founder di Coderblock. Il settore degli eventi, tra i più colpiti a causa dell’epidemia da Covid-19, è stato stravolto profondamente e ha messo a dura prova svariati imprenditori.Questo difficile periodo, però, ha dato la possibilità anche di ripensare ai modelli organizzativi cambiando le dinamiche stesse che hanno regolato da sempre il settore.Con questa rivoluzione si tende

Continua a leggere...

Cosmind, macchinari innovativi grazie ai finanziamenti di Invitalia VIDEO
Macchinari innovativi e una struttura completamente rinnovata.Grazie ai finanziamenti previsti dalla legge 181/89 per il rilancio delle aree industriali, gestiti da Invitalia, è questo il nuovo volto della Cosmind, azienda della provincia di Benevento.Nello stabilimento di Limatola, produce componenti in acciaio, acciaio inox, ferro e alluminio per il mercato delle telecomunicazioni (video[1]).Un’attività nata nel 1989, che viene da una lunga tradizione di famiglia, come spiega l’amministratore, Carmine Donisi, che gestisce l’azienda insieme alla moglie e ai figli.“Questa società è nata da una nostra precedente attività di costruzioni e montaggi industriali;dopo la crisi del ’90 c’è stata la riconversione a questa nuova attività e adesso facciamo lamieristica e meccanica di precisione”, racconta. Ora, grazie al finanziamento di Invitalia, l’azienda è stata ristrutturata e si è arricchita di nuovi macchinari.“Abbiamo rimodernato la struttura - spiega - e ricostruito la palazzina uffici.Inoltre, per quanto riguarda i macchinari, abbiamo acquistato un impianto di tornitura e fresatura di ultima generazione, multitasking, una stampante in 3D per metallo e anche la confezionatrice automatica per ottimizzare la fase dell’imballo”. Se

Continua a leggere...

© 2019 JobSocial. Tutti i diritti riservati.
powered by Officina71