Salario minimo, fatto per legge può confliggere con la Costituzione

Salario minimo, fatto per legge può confliggere con la CostituzionePubblicato il:11/06/2019 13:02 Un salario minimo stabilito per legge può confliggere con la Costituzione, e in nome dell'attuazione dell'art 36 (“Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa”) può ledere l'art.39, che attribuisce alle organizzazioni sindacali la personalità giuridica e la potestà di stipulare contratti collettivi con efficacia obbligatoria (erga omnes) per i lavoratori delle diverse categorie.E' questa l'opinione di un profondo conoscitore di storia sindacale, storia di cui lui stesso è stato protagonista:Walter Galbusera, economista (è laureato alla Bocconi), a lungo segretario generale della Uil Metalmeccanici di Milano, e ora presidente della Fondazione Anna Kuliscioff. "Nel disinteresse della pubblica opinione -afferma Galbusera- con la sostanziale condivisione delle maggiori organizzazioni sindacali e utilizzando la bandiera del salario minimo, si delinea un progetto sotterraneo di revisione costituzionale, avviata con un disegno di legge da parte del presidente 5Stelle della commissione Lavoro del Senato, Nunzia Catalfo, a cui si accompagna un ddl del senatore Pd Tommaso Nannicini che, pur

Continua a leggere...

© 2019 JobSocial. Tutti i diritti riservati.
powered by Officina71
Informativa sui Cookie

Questo sito web fa uso di cookie allo scopo di fornire all'utente una migliore esperienza nella navigazione delle sue pagine.

Il navigatore accetta le modalità con cui JobSocial usa i cookie.

Per saperne di più clicca qui.