Sindacati edili, lotta a infortuni sia priorità nuovo Governo

Sindacati edili, lotta a infortuni sia priorità nuovo GovernoPubblicato il:10/09/2019 13:00 “La lotta al lavoro nero, agli infortuni e al dumping contrattuale siano le priorità del nuovo esecutivo, in un settore, quello delle costruzioni, che è sempre di più una giungla”.Così dichiarano in una nota Vito Panzarella, Franco Turri e Alessandro Genovesi, segretari generali di FenealUil, Filca Cisl e Fillea Cgil, i sindacati del settore delle costruzioni. “Al nuovo ministro del Lavoro chiediamo di non occuparsi tanto di stabilire in cifra fissa un minimo salariale legale (che nel caso dell’edilizia, se fosse di 9 euro l’ora, sarebbe inferiore anche ai minimi di paga base per l’operaio comune di tutti i nostri ccnl), dando invece attuazione all’art.39 della Costituzione e facendo così dei trattamenti minimi complessivi stabiliti dai ccnl il vero salario minimo". “Soprattutto, chiediamo una vera lotta al lavoro nero e agli infortuni sul lavoro attraverso:il ripristino del Durc (Documento unico di regolarità contributiva) a tre mesi e per cantiere;l’attuazione dell’articolo

Continua a leggere...

© 2019 JobSocial. Tutti i diritti riservati.
powered by Officina71
Informativa sui Cookie

Questo sito web fa uso di cookie allo scopo di fornire all'utente una migliore esperienza nella navigazione delle sue pagine.

Il navigatore accetta le modalità con cui JobSocial usa i cookie.

Per saperne di più clicca qui.