Adnkronos - Lavoro - 458eff261d9ca6740f0504974860a303 - 2021-01-11 15:34:31

Roma, 11 gen.(Labitalia) Per il lavoro del post-Covid "prepariamoci ricostruendo sistematicamente il nostro welfare".E' l'auspicio che formula con Adnkronos/Labitalia, Roberto Pessi, giuslavorista e pro-rettore alla didattica della Luiss Guido Carli."Intanto a marzo -aggiunge- con la fine del blocco dei licenziamenti, avremo probabilmente una situazione difficile e lo strumento della cassa integrazione, sia straordinaria sia in deroga, sarà ancora indispensabile.Perché non possiamo pensare di lasciare circa 300.000 lavoratori senza reddito". "Occorre assicurare un reddito a questi lavoratori, evitando al contempo di incrementare ulteriormente disoccupazione e povertà", dice Pessi che, nella lista delle priorità per il 2021 sul tema lavoro, aggiunge:"Bisogna anche pensare a un supporto al lavoro autonomo, che è quello che più di tutti ha subito gli effetti negativi della crisi da emergenza sanitaria.Questa parte del mondo del lavoro va tutelata di più rispetto a quanto fatto finora con un meccanismo di tipo compensativo molto basso". Anche per "fattori storici del nostro Paese e per il tipo di tessuto imprenditoriale -precisa Pessi- abbiamo lavoratori autonomi che non sono in grado di comprovare il loro abbassamento di reddito.Un problema che certamente va risolto

Continua a leggere...

©2021 JobSocial - Tutti i diritti riservati
powered by Officina71