Da riunione a prua a budget sotto coperta, il 'sail working' è realtà

Da un anno lo smart working è entrato in maniera prepotente nella routine lavorativa:casa e ufficio si sono fuse in un ambiente unico, ospitando attività di natura diversa.Nel frattempo, mentre sempre più persone alla ricerca di un nuovo work-life balance si sono ritrovate a fare call in attesa di scolare la pasta o riunioni di team nel tempo di una lavatrice, è nata una soluzione che promette di unire l’utile al dilettevole:il 'sail working'.Questa modalità di lavoro da remoto concilia lo smart working con un contesto piacevole come la barca, permettendo di lavorare immersi nella natura per un tuffo dove l’acqua è più blu, magari in pausa pranzo.Il contatto con il mare e un ambiente più rilassato possono, inoltre, avere ricadute positive anche sulla produttività, le relazioni all’interno dei team e le dinamiche lavorative. Sailogy, la piattaforma online per il noleggio di barche in tutto il mondo con o senza skipper, ha raccolto alcuni consigli pratici per svolgere il sail working al meglio, alcune mete adatte e, sulla base dei profili elaborati da Extended Disc Italia, realtà leader nell’analisi e sviluppo del potenziale umano, ha stilato una lista

Continua a leggere...

©2021 JobSocial - Tutti i diritti riservati
powered by Officina71