Scuola, Anief: "Daremo ancora battaglia nei tribunali per far lavorare chi è idoneo a concorso"

"Ancora una volta ci ritroviamo a fare una battaglia nei tribunali per far riconoscere quello che la legge dice già da 30 anni:chi supera un concorso è idoneo a quel concorso ad esercitare quella professione.Gli idonei, per legge, dovrebbero essere inseriti nelle graduatorie finali per essere assunti.Il fine del concorso è quello di assumere chi viene selezionato, ma se questo è il fine perché chi è idoneo e supera la selezione non deve essere assunto".Così, in un'intervista all'Adnkronos/Labitalia, Marcello Pacifico, presidente Anief, riferendosi ai primi risultati del concorso straordinario. "In passato - ricorda - Anief avverso l'esclusione degli idonei nel concorso del 2012 ha fatto ricorso e l'ha vinto, l'ha rifatto nel 2016 e il legislatore ha cambiato idea.Speriamo che cambi idea anche in questi giorni perché stiamo presentando anche degli emendamenti su questo punto, in caso contrario è evidente che dobbiamo ricorrere in tribunale per garantire l'inserimento degli idonei.Il problema del concorso straordinario nasce anche dall'esigenza di andare a stabilizzare i precari con 36 mesi di servizio, riteniamo quindi che tutti coloro che hanno partecipato a questo concorso

Continua a leggere...

©2021 JobSocial - Tutti i diritti riservati
powered by Officina71